Verso il Quirinale: Il profilo di Mario Draghi.

Mario Draghi è il nome su cui circolano il maggior numero di voci per una possibile elezione a Presidente della Repubblica. 74 anni, romano e con un curriculum di tutto rispetto: laureatosi in economia a “La Sapienza” di Roma e specializzatosi al MIT dopo una iniziale carriera di professore universitario a Trento, Padova, Venezia e Firenze viene introdotto alla vita politica nel 1982 da Giovanni Goria che lo volle come consigliere per il Ministero del Tesoro. Mantenne il suo incarico fino al 1984 e nei sei successivi diresse la Banca Mondiale a Washington DC.

Nel 1991, su suggerimento di Carlo Azeglio Ciampi, venne nominato Direttore Generale del Ministero del Tesoro e rimase al suo posto fino al 2001. Dopo un’esperienza alla Goldman Sachs, nel 2006 venne nominato dal Governo Berlusconi III Governatore della Banca d’Italia. Ricoprì questo incarico fino al 2011 quando venne nominato Presidente della BCE. Pochi mesi dopo il termine di quest’ultimo incarico, il 3 Febbraio 2021 il Presidente Mattarella gli affida l’incarico di formare un nuovo governo che giurerà il 13 dello stesso mese. Da tener ben presente è l’indice di gradimento degli italiani che per il 70% vorrebbero Mario Draghi Presidente della Repubblica.

Mario Draghi (Presidente del Consiglio)

Il Premier Draghi è riuscito a formare un governo stabile e con all’interno quasi tutte le maggiori forze politiche presenti in Italia e, anche grazie alla sua efficienza e risolutezza, che alcuni leader politici lo vorrebbero come prossimo inquilino del Colle. A favore di una sua elezione ci sono Enrico Letta del Pd, anche se il segretario Dem sta vagliando altri profili, Matteo Renzi di Italia Viva e anche Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia, che ricordiamo essere all’opposizione, strizza l’occhio a Mario Draghi al Quirinale in vista di possibili elezioni politiche future. Matteo Salvini della Lega invece, dopo un favore iniziale, ha espresso il voler di far rimanere Draghi al Colle per finire i “lavori in corso”, della stessa idea Carlo Calenda di Azione, infine il M5S che vorrebbe un Mattarella bis ma la segreteria non si è ancora espressa ufficialmente. Da tener ben presente è l’indice di gradimento degli italiani che per il 70% vorrebbero Mario Draghi Presidente della Repubblica.

Per antonomasia il Presidente della Repubblica deve essere una persona di alto profilo morale ed esperto di legge, per assolvere il compito di garante della Costituzione, quindi sulla base di ciò sorgerebbero i dubbi sul suo carisma e sulla sua familiarità con la Costituzione italiana però Draghi ha dalla sua parte un grande senso del dovere, rispetto per le istituzioni e grandi capacità e competenze. La cosa più importante su cui riflettere è che un possibile trasferimento di Mario Draghi a Palazzo del Quirinale potrebbe creare nuovamente un vuoto politico che potrebbe portare alla formazione di un nuovo governo facsimile del precedente, quindi con molte forze politiche compartecipanti, altrimenti entro il mese di giugno si procederà con nuove elezioni.

L’appuntamento con l’elezione del Presidente della Repubblica è fissato per il 24 Gennaio giorno in cui si terrà la prima votazione.

Leggi anche: Presidente della Repubblica: Possibili scenari.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Altre Notizie

Rimani Aggiornato

Su tutti gli scenari Politici e di Attualità