Pier Ferdinando Casini

Verso il Quirinale: il profilo di Pier Ferdinando Casini.

A completare il podio dei più papabili ad essere eletti Presidente delle Repubblica troviamo il nome di Pier Ferdinando Casini

Biografia di Pier Ferdinando Casini

Nato nel 1955 a Bologna, si laurea in giurisprudenza all’Università di Bologna e inizia subito la sua carriera politica entrando nel direttivo nazionale giovanile della Democrazia Cristiana e subito dopo come consigliere comunale per il comune di Bologna sotto il medesimo partito. Nel 1983 viene eletto per la prima volta alla Camera dei deputati di cui nel 2001 verrà eletto presidente.

Nel 2013 cambia ramo del parlamento e viene eletto in Senato. Dopo la fine della DC, Casini militò nelle file del Centro Cristiano Democratico e poi nell’Unione di Centro per appoggiare il Governo Berlusconi II e III salvo poi andare all’opposizione nel governo Berlusconi IV e appoggiare il governo Monti.

Nel 2017 fonda il proprio partito chiamato Centristi per l’Europa che farà parte della coalizione Civica popolare per le elezioni politiche del 2018 risultandone l’unico eletto al Senato. Dal 2022 è il politico con alle spalle la più lunga esperienza tra quelli presenti nei due rami del Parlamento italiano con 38 anni di servizio.

Pier Ferdinando Casini
Pier Ferdinando Casini

Casini sarà il prossimo Presidente della Repubblica?

Al momento solo Matteo Renzi di Italia Viva ha fatto intendere di voler puntare su Pier Ferdinando Casini ma il suo nome circola sommessamente nelle riunioni dei principali capi politici italiani.

Nonostante abbia ricoperto per una legislatura intera la terza carica più importante dello Stato Pier Ferdinando Casini non è mai stato considerato come un politico dal grande carisma limitandosi a mantenere sempre un basso profilo.

A suo favore vanno un’approfondita conoscenza della legge, una lunga esperienza politica e soprattutto le sue posizioni estremamente centriste che lo rendono il rappresentante di quella che viene chiamata via di mezzo.

Casini rappresenterebbe il giusto compromesso tra le forze di centro-sinistra e quella di centro-destra per mantenere una stabilità politica ed evitare che si crei una prevaricazione da una parte o dall’altra, che tradotto significherebbe che Casini sarebbe la prima scelta nel caso le due compagini non riescano ad eleggere il loro candidato ufficiale.

L’appuntamento con l’elezione del Presidente della Repubblica è fissato per il 24 Gennaio alle ore 15:00 quando si terrà la prima votazione.

Leggi anche i profili di: Mario Draghi e Marta Cartabia.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Altre Notizie

Putin
Politica Estera

Se la Russia attacca?

La situazione: Tra il punto più a nord est dell’Italia (San Dorligo della Valle, Trieste) e il punto più a sud ovest della Russia (Oblast’

Continua a leggere »
Boris johnson
Politica Estera

La fine di Boris Johnson?

Si sente molto parlare della fine di Boris Johnson nei media italiani. In quelli inglesi è il dibattito centrale. Le voci si sono intensificate in questi ultimi giorni. Rischia veramente, il PM inglese, la carriera e il potere? Perché?

Continua a leggere »

Rimani Aggiornato

Su tutti gli scenari Politici e di Attualità