Boris johnson

La fine di Boris Johnson?

Si sente molto parlare della fine di Boris Johnson nei media italiani. In quelli inglesi è il dibattito centrale. Le voci si sono intensificate in questi ultimi giorni. Rischia veramente, il PM inglese, la carriera e il potere? Perché?

Partygate:

Durante il lockdown nel 2020, il governo Johnson aveva stabilito che non si potevano incontrare persone al di fuori del proprio nucleo familiare (e lavorativo, per chi ancora andava in ufficio). In poche parole, a Natale non si potevano incontrare persone che non fossero della propria famiglia e con le quali convivi. Un anno dopo è trapelata la notizia di una festa a Downing Street, con il PM ed il suo staff, nel momento di massimo lockdown. Una festa che, per le regole che lui stesso aveva messo in atto, non solo non si sarebbe potuta tenere, ma era de facto illegale. Johnson ha smentito più volte di aver infranto qualsiasi tipo di legge, ma la situazione si sta deteriorando giorno dopo giorno. Più di una fotografia inchiodano Johnson (con un bicchiere di champagne) alla festa. Corrono voci di una investigazione di polizia.

Savile e Starmer:

Pochi giorni fa, Johnson aveva accusato il leader del Partito Labourista (Kier Starmer, ex Procuratore della Corona Inglese) di essere colpevole di non aver processato Jimmy Savile. L’ormai defunto Savile era un presentatore radiofonico inglese di grande fama ma, dopo la sua morte, si era scoperto che aveva abusato sessualmente di centinaia di vittime, gran parte di queste conosciute attraverso le sue donazioni benefiche ad ospedali. Le vittime andavano dai 5 ai 75 anni d’età. Poco dopo la grave accusa del Premier inglese al leader dei Labouristi, quest’ultimo fu circondato da manifestanti e la polizia aveva dovuto portare Starmer al sicuro, temendo per la sua incolumità. In realtà, Starmer non aveva avuto nulla a che fare con la mancata accusa a Savile mentre questo era ancora vivo. L’accusa di Johnson era dunque falsa e pretestuosa, usata per attaccare un rivale politico.

Boris johnson (primo ministro inglese)
Boris Johnson (Primo Ministro Inglese)
Le ripercussioni:

Internamente al partito conservatore, è da qualche mese che si sentono dei brusii di scontento in sottofondo riguardo la leadership di Johnson, ma questa opposizione si è recentemente intensificata. Non sono più soltanto i backbenchers (i membri meno influenti del partito) che non lo vogliono più come leader. Molteplici dimissioni dal suo gabinetto in seguito ai due scandali hanno indebolito molto Johnson, che conta ancora sui suoi fedelissimi per rimanere al potere.

Anche questi però, prima che a lui, devono rispondere al principio base del potere: il consenso. I sondaggi riguardanti il partito conservatore e Johnson in particolare sono crollati drasticamente. Le elezioni suppletive nel North Shropshire hanno visto un crollo del 31% nel voto dei conservatori, i quali hanno perso un seggio che soli due anni prima avevano vinto con il 63% delle preferenze.

Anche i votanti di destra sembrano dunque pensare alla necessità di un successore, con molti che identificano il ministro dell’economia Rishi Sunak come il possibile prossimo PM.

Conclusione:

È difficile immaginare che Johnson abbandoni il ruolo di Premier, un ruolo al quale ha sempre ambito con palese avidità. Ora più che mai però si trova in bilico, gravemente indebolito, con dimissioni nel suo gabinetto, accuse da membri del proprio partito e una possibile inchiesta di polizia. L’eventualità più probabile, nell’ottica di una dimissione di Johnson, sarebbe se i suoi fedelissimi lo visitassero a 10 Downing Street per obbligarlo a gettare la spugna (come negli anni 80 capitò con Nixon negli USA).

Johnson è riuscito a sopravvivere a molte crisi, è difficile dire oggi se questi ultimi gravi passi falsi saranno la proverbiale goccia che farà traboccare il vaso, o solo un altro intoppo per un Premier che non molla mai.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Altre Notizie

Putin
Politica Estera

Se la Russia attacca?

La situazione: Tra il punto più a nord est dell’Italia (San Dorligo della Valle, Trieste) e il punto più a sud ovest della Russia (Oblast’

Continua a leggere »
Boris johnson
Politica Estera

La fine di Boris Johnson?

Si sente molto parlare della fine di Boris Johnson nei media italiani. In quelli inglesi è il dibattito centrale. Le voci si sono intensificate in questi ultimi giorni. Rischia veramente, il PM inglese, la carriera e il potere? Perché?

Continua a leggere »

Rimani Aggiornato

Su tutti gli scenari Politici e di Attualità